Vita da Camionista

Viaggio on the road a bordo di un Camion in giro per l'Europa

Doverosa premessa…

Prima di iniziare l’aggiornamento di questo #OnTheRoad ritengo doverosa una premessa. Una di quelle che il mitico Antonio Lubrano, conduttore storico di Mi Manda Rai Tre (trasmissione dove ogni tanto ho il piacere di essere ospite), avrebbe subito cassato dicendo: “niente premesse Cangialosi, andiamo al sodo”. Ma siccome al sodo ci andremo tra poco, quando arriverò a Genk, ci tengo a spiegare lo spirito che mi ha spinto ad intraprendere questa avventura e con quale punto di vista cercherò di raccontare le cose.

Innanzitutto sono sempre stato dell’idea che qualsiasi cosa/persona/mestiere…, prima di essere criticato debba essere conosciuto da vicino. Siccome dei camionisti se ne racconta e scrive di tutto (mi ci metto pure io) e considerato che nessun giornalista si è mai spinto prima ad affrontare un viaggio on the road così lungo, ho deciso di farlo io. Anche perché, come direttore di SicurAUTO.it, credo che sia importante conoscere da vicino il mondo dei camionisti, considerato che spesso si intreccia con quello degli automobilisti e della sicurezza stradale.

Ok ok, c’è anche Iwona che è una bella ragazza, ma ricordatevi che sono qui innanzitutto per fare il giornalista, spero nel migliore dei modi.

Proprio per fare al meglio il mio lavoro nei giorni scorsi ho ritenuto utile contattare tanti esperti del settore, dall’autotrasporto alle forze dell’ordine, perché credo che sia sempre importante avere una paronimica completa di cosa si dovrà scrivere/raccontare. Ed è stato proprio grazie alle numerose fonti consultate che mi sono accorto di quanto il mondo dell’autotrasporto sia un universo complesso, pieno di leggi, autorizzazioni, problemi di concorrenza sleale, sfruttamento, etc. che inevitabilmente si ripercuotono sulla sicurezza, sia dei lavoratori che degli altri utenti della strada.

Tuttavia durante le settimane in cui ho preparato questo on the road (tra i mille impegni quotidiani che il mio lavoro impone) ho capito che l’autotrasporto è,  per prima cosa, un mondo fatto di uomini e donne che trascorrono settimane intere lontani dalle famiglie, guidando per migliaia di chilometri tra strade, autostrade, traffico, automobilisti indisciplinati (perché, diciamocelo, anche noi automobilisti spesso siamo imprevedibili), meteo avverso e tante altre difficoltà. Sempre con un chiodo fisso in testa: il carico deve arrivare puntuale a destinazione, costi quel che costi, altrimenti i clienti si lamentano e alla lunga si perde il lavoro.

Proprio per la vastità di argomenti che riguardano l’autotrasporto, di cui non sono per nulla esperto, mi scuso sin da adesso se commetterò qualche errore nei miei articoli, anzi chiedo ai più esperti amici camionisti di darmi una mano, aiutandomi a capire meglio. Usate i commenti in modo costruttivo e così aiuterete me e gli automobilisti a capirvi meglio.

E magari, finalmente, un giorno diventeremo tutti amici ;)

Ancora nessun commento

Lascia un commento

Commento