Vita da Camionista

Viaggio on the road a bordo di un Camion in giro per l'Europa

La patologie del camionista e i rischi per la salute

Il lavoro del camionista è tra i sogni più ambiti da molti bambini che immaginano di guidare in giro per il mondo scoprendo sempre nuovi luoghi da “conquistare”. Trascorrere molte ore alla guida di un autocarro però provoca quelle che in gergo sono definite “patologie del camionista”. (altro…)

Quante ore può guidare un camionista?

Per quanto tempo un camionista può guidare senza mettere in gioco la sicurezza? In linea di massima, le regole comunitarie prevedono che non si possa guidare per più di quattro ore e mezza, poi bisogna fare una pausa obbligatoria di 45 minuti. Riposati, ci si può rimettere in marcia per un periodo di uguale durata e successivamente riposare per 11 ore. Il periodo di guida settimanale è fissato in 56 ore. Questi valori sono chiamati in gergo tecnico: tempi di guida e riposo. (altro…)

Cos’è il cronotachigrafo e come può essere controllato dalla Polizia?

Il tachigrafo digitale è una sorta di “scatola nera” progettata per autobus e mezzi pesanti che permette di tenere traccia delle ore di guida, riposo, lavoro e disponibilità dei conducenti. Include un orologio interno e tramite gli impulsi che gli arrivano dal sensore “kitas” ricava la distanza percorsa dal veicolo in un determinato periodo temporale. Con un rapporto distanza / tempo, il tachigrafo è in grado di memorizzare anche le informazioni relative alla velocità, agli eventi, ai guasti e dei dati tecnici. Il tachigrafo digitale registra tutte le informazioni mantenendole in memoria interna per almeno un anno; sulla carta conducente vengono registrate, e mantenute per almeno 28 giorni, tutte le attività del conducente . (altro…)

Camion: le diverse categorie

Quelli che, comunemente, chiamiamo camion sono in realtà solo una delle categorie di veicoli generalmente adibiti al trasporto di merci. Un passo indietro, però, lo merita l’etimologia della parola, la quale deriverebbe da un termine francese nel XIV secolo che significava carro. Diversi secoli sono passati e oggi i camion non hanno perso il loro fascino ed anzi si sono sempre più sviluppati per accontentare le esigenze dei settori produttivi. Proviamo ora a districarci un po’ in questo mondo.

(altro…)